SpazioLibri: "Un regalo da Tiffany" di Melissa Hill


Titolo: "Un regalo da Tiffany"
Autrice: Melissa Hill
Casa editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 394

Il classico libro da spiaggia. Quello da leggere sotto l'ombrellone, dopo aver pranzato con una macedonia od un gelato, nell'ora più calda di sole. Quando bisogna aspettare almeno un'ora e mezza o due prima di fare di nuovo il bagno in mare. Oppure quello da leggere prima di cena, mentre i capelli che profumano di balsamo s'asciugano col vento salato, in terrazza. 

"Un regalo da Tiffany" è un romanzo d'amore, con un pizzico di avventura e suspence. Non particolarmente coinvolgente, ma carino. Un libro di quelli che non smuove dentro, ma che regala una lettura piacevole. Insomma, per dirla in parole povere, un libro senza lode né infamia, da leggere se vi capita sottomano o se ve lo regalano. 

La trama è semplice e lineare: ad intrecciarsi sono due storie - la prima riguardante un vedovo (Ethan), la sua figlioletta (Daisy) e la nuova compagna (Vanessa), la seconda invece su Rachel e Gary, improbabile coppia formata da una passionale sognatrice ed un bullo sregolato. Il tutto condito da un preziosissimo anello di Tiffany, qualche personaggio secondario ma di grande importanza come Terri (socia in affari di Rachel) e tre luoghi magici e suggestivi quali New York, Londra e Dublino. 

Benché molti accadimenti del romanzo siano piuttosto prevedibili (naturalmente non vi svelo quali), a mio avviso la sequenza finale è abbastanza sorprendente come conclusione di tutte le vicende. Per lo meno, non è così ovvia come tutto il resto. 

Insomma, cosa ne penso veramente di questo "Un regalo da Tiffany"?!
Beh, come ho detto all'inizio, lo trovo una leggerissima lettura da spiaggia: in altre parole, leggete questo libro solo se avete bisogno di una storia VERAMENTE VERAMENTE facile, poco impegnativa e, tutto sommato, carina benché piuttosto scontata. Un racconto d'amore al gusto di cioccolata calda e marshmallows, di pane caldo e prelibatezze italiane e, soprattutto, di quello splendente bagliore di un anello di fidanzamento da 20.000 dollari tondi tondi.

Fanni

Commenti

  1. da divoratrice compulsiva di libri, ti dirò... quelli così leggeri e semplici mi annoiano subito. non ci trovo gusto nel leggerli. ma sotto l'ombrellone tra un tuffo e una spalmata di crema solare... forse...

    RispondiElimina
  2. mi ispirava questo libro ma se è così "banale e ovvio" non li spendo quei soldi e ne compro un altro...

    RispondiElimina
  3. Volevo prenderlo..ma credo non lo farò più :/

    RispondiElimina
  4. Non mi è piaciuto affatto, ho odiato il fatto che nelle ultime 20 pagine, uno dei protagonisti da idiota ed egoista sia diventato l'uomo dei desideri... no, no, cattiva copia della Kinsella! ^^

    RispondiElimina
  5. io lo sto leggendo e a me piace molto!

    RispondiElimina
  6. Questo libro ha venduto moltissimo ma a me non attira propro per nulla...non so, mi sembra molto frivolo...

    RispondiElimina
  7. Appoggio il tuo "senza lode ne infamia", anzi mi sembrava quasi che non si arrivasse mai a un dunque! Anche tra le letture leggere c'è di meglio!

    RispondiElimina

Posta un commento