SpazioLibri: I THRILLER (vol. II)

All'inizio del blog scrissi un articolo di recensione su alcuni romanzi thriller che mi avevano appassionata molto. 
Vi lascio il link, cosicché le amanti del genere possano consultare la lista che avevo stilato e magari trovare l'ispirazione per una prossima lettura (gli autori di cui ho parlato sono Dan Brown, Giorgio Faletti, Glenn Cooper, Rebecca James e Donato Carrisi).

Oggi voglio parlare di altri quattro romanzi che mi sono piaciuti moltissimo, e che vanno quindi ad aggiungersi al precedente elenco.



Giorgio Faletti, "Io sono Dio". Baldini Castoldi Dalai editore, 2009.
Avevo più volte tentato di iniziare questo libro, ma, dopo poche pagine, mi fermavo. 
Il fatto che vi fosse una lunga introduzione sulla guerra del Vietnam mi bloccava ogni volta... Non mi "prendeva", non mi appassionava.
Poi un giorno ho deciso: mi sono costretta a leggerlo. Faletti è uno degli autori che preferisco in generale, e quindi mi sono detta che non potevo lasciarmi scappare una sua opera.
Detto e fatto: sono riuscita a superare le prime pagine e finalmente mi sono addentrata nella misteriosissima ed appassionante storia di Vivien Light, detective del 13esimo Distretto del New York Police, di Russel Wade, fotoreporter dal passato problematico, desideroso di farsi perdonare, ed un uomo che sta compiendo a NY un'assurda vendetta, legata proprio a quella guerra del Vietnam che inizialmente aveva bloccato la mia lettura.
Avvincente, tremendamente affascinante e diabolicamente perfetto: non saprei in che altro modo descrivere questo romanzo.



Giorgio Faletti, "Appunti di un venditore di donne". Baldini Castoldi Dalai editore, 2010.
Un altro colpo nel segno, per Giorgio Faletti. Contrariamente a quanto mi è capitato con "Io sono Dio", ho divorato sin da subito questo nuovo lavoro di uno dei miei scrittori preferiti.
L'ambientazione, stavolta, è l'Italia, e precisamente la Milano del 1978.
La storia di Bravo, "venditore di donne", si districa fra il rapimento di Aldo Moro, gli scontri politici e la minaccia del banditismo; le location però sono ricche, lussuose, esagerate... Bravo vive fra bische clandestine e cabaret, in un mondo sporco e pieno di compromessi. L'unico personaggio positivo pare essere Lucio, il vicino di casa cieco.
Poi appare improvvisamente Carla, e la vita di Bravo cambia definitivamente... Inizia un incubo che proseguirà tra inseguimenti da parte della polizia, pericolosi incontri con la criminalità organizzata e la perenne paura di non farcela.
Mozzafiato, semplicemente mozzafiato.



Wulf Dorn, "La psichiatra". Ed. Corbaccio, 2009.
In apparenza, semplice da leggere. Troppo semplice. Ma solo ad una prima, superficiale, occhiata. Perchè "La psichiatra" è molto di più. 
Ellen Roth, dottoressa in un ospedale psichiatrico, ogni giorno ha a che fare con un modo complicato, oscuro, terribile: quello dell'incredibile sofferenza dei suoi pazienti, malati di mente. E' preparata, è esperta, sa come comportarsi di fronte ad un mondo fatto di paure, incubi, gesti inconsulti e imprevedibili. 
Quando però entra nella stanza 7, tutte le sue certezze e la sua esperienza svaniscono: la paziente, rannicchiata a terra, è stata picchiata e seviziata. E cantilena che l'Uomo Nero sta arrivando. La sta cercando. E verrà a prendere anche Ellen, perchè nessuno scappa da lui.  
Il giorno dopo la paziente scompare, e quello è l'inizio della fine.
Chi è quella donna? E chi è l'Uomo Nero? Il lettore se lo chiede all'unisono con Ellen, e trema con lei ad ogni colpo di scena... Sino al finale, dove si dipana l'oscura e tremenda matassa che conclude questo incredibile best seller.



Ornella Albanese, "L'anello di ferro". Leggereditore, 2011.
Adoro le storie ambientate nel Medioevo. Io stessa, che per passione scrivo fin dalle elementari, ho ideato un racconto ambientato in questa meravigliosa epoca storica. Concordo in pieno con la scrittrice, la quale ha detto "Mi piace collocare i miei romanzi nel Medioevo perchè ritengo sia un periodo così tormentato  della nostra storia da amplificare le pulsioni degli uomini: si uccideva con più ferocia, si credeva in Dio con più fanatismo, si coltivavano ambizioni ossessive, si perseguitava con più crudeltà e si amava con più furore".
"L'anello di ferro" narra la storia di Manlius, primogenito del conte di Tarsia, valoroso combattente e uomo d'onore, che torna nella sua terra dopo aver guerreggiato per anni lontano dal feudo di suo padre e dalla sua promessa sposa Giselda.
Giselda è giovane, bella e impavida: un giorno, dopo esser stata corteggiata da uno dei componenti della famiglia dei Rosetum, acerrimi nemici dei Tarsia, decide di recarsi in segreto ad un incontro con lui. Incontro da cui la ragazza non farà più ritorno...
Quando Manlius torna al castello e scopre cos'è accaduto alla sua promessa sposa, decide di vendicarsi e... Saranno intrighi, tradimenti, strategie a susseguirsi l'una dopo l'altra, nella storia. Ed il denominatore comune sarà sempre lei, una misteriosa donna che porta al dito un anello di ferro.
Ve lo consiglio caldamente... E' davvero una storia avvincente, appassionante, intrigante: non è solo un thriller, ma anche una romanzo di passione, di amicizia e di onore. Bellissimo.

I prossimi "obiettivi letterari", per quanto mi riguarda, sono altri tre thriller: "Fuori da un evidente destino" di Faletti (l'unico libro che mi manca da leggere di questo autore); "La mappa del destino" di Glenn Cooper (mi è accaduta la stessa cosa di "Io sono Dio"... non riesco a proseguire la mia lettura oltre le prime pagine...); "Il superstite" di Wulf Dorn.  

Mi auguro che questo post possa esservi utile!

Fanni

Commenti

  1. La psichiatra mi aveva ispirato fin da subito,devo assolutamente comprarlo..mentre l'anello di ferro mi ricorda,leggendo la tua descrizione,Il Giullare di Pattison..bellissimooooooo!!!:)

    RispondiElimina
  2. al mio ragazzo è piaciuto tantissimo il libro "Io uccido" di Faletti... "io sono Dio" potrebbe piacergli! XD

    RispondiElimina
  3. @ Giorgia

    Te lo stra consiglio!
    Grazie comunque di avermi indicato un altro libro... Vado subito a dare un'occhiata alle recensioni!

    @ xasperadastra

    "Io uccido" è un capolavoro!!!

    RispondiElimina
  4. A me non piacciono molto i thriller preferisco i romanzi a lieto fine!A te piacciono? :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Vanessa!
    Ma certo che mi piacciono, chi non adora un bel lieto fine?! :)
    Ultimamente però mi sono appassionata molto a questo genere perchè, come ho scritto, lo trovo molto coinvolgente ed appassionante!
    Comunuque, se c'è qualche romanzo in generale che ti senti di consigliarmi, scrivimelo pure! Sono sempre a caccia di nuovi libri da leggere!

    RispondiElimina
  6. Ogni tanto mi capita di leggere qualche thriller, principalmente quando passo l'estate in spiaggia sotto l'ombrellone..ma quest'anno sono stata in montagna quindi niente!
    non conoscevo nessuno di questi anche se ho letto altri libri di Faletti

    RispondiElimina
  7. Io ho letto tutti i libri di Faletti (Io uccido, Niente di vero tranne gli occhi, Pochi inutili nascondigli e quelli che ho citato nei due articoli dedicati ai thriller)!!!

    RispondiElimina
  8. Faletti mi ispira da un pò, ma non mi sono mai decisa a leggere niente di suo. Quando uscì "Io sono Dio" lessi un articolo dove si diceva che l'italiano usato era molto strano, pareva quasi che il testo originale fosse in inglese, tradotto a volte letteralmente in italiano. Nella lettura ti sei accorta di qualcosa? Curiosità mia! :-)
    Anche La Psichiatra mi ispira un sacco!!!!

    RispondiElimina
  9. No, assolutamente.
    Io sono Dio è scritto benissimo, e te lo consiglio caldamente perchè è fenomenale! :)
    Anche La Psichiatra è un thriller bellissimo... E' una lettura completamente differente... Ma lo stesso fantastica!

    RispondiElimina
  10. Ciao Fanni,
    ho letto anch'io tutti i romanzi di Faletti e pensare che lo snobbavo all'inizio poi li ho conmprati tutti e letti tutti quello che ti manca è come al solito bellissimo.
    Ti propongo una saga bellissima è di diana Gabaldon sono parecchi libri a me mancano da leggere 4 e comprarne due perchè non sono ancora in versione economica è lunga ma avvincente.
    Altro genere che ho letto ultimamente sono quei libri leggerissimi psuedo rosa come ti ricordi di me Sophie Kinsella divertente adatto a questa stagione. Altro libro che ho letto è tutta colpa del tacco 12 divertentissimo primo libro di amy silver ma credo che ci potrebbe essere un seguito. Poi altro scrittore che adoro Wilbur Smith con tutte le sue saghe, Licia Troisi se ti piacciono le saghe fantasy, Levy se hai voglia di sognare...Spero di esserti stata utile i primi due li avevo letti gli altri due che hai consigliato penso che li cercherò. Ciao buona serata Alex se hai bisogno di altre informazioni basta chiedere ciaooo

    RispondiElimina
  11. Grazie mille per la quantità di informazioni!!! Adesso cercherò tutti i titoli e gli autori che mi hai consigliato, e vedrò quali possono piacermi!
    Un bacio!!!

    RispondiElimina
  12. da appassionata e innamorata di Faletti come te ho letto tutti i suoi libri!! concordo a pieno col le tue recensioni!! ho preso LA PSICHIATRA è ce l'ho nuovo nuovo nel comodino!!! la tua recensione mi ha incuriosito!!!

    RispondiElimina

Posta un commento