Gli smalti (parte prima)

Abbiamo pensato di dare al nostro blog un inizio bello colorato, perciò... parliamo di smalti!
Soprattutto negli ultimi mesi è esplosa la moda di avere unghie coloratissime e super appariscenti: i primi a farsi promotori di questo nuovo trend sono certamente i personaggi dello spettacolo, una fra tutte Barbara D'Urso.

Le "filosofie" sugli smalti sono fra le più disparate: c'è chi non li ama e preferisce un semplice strato lucido e trasparente sull'unghia, c'è chi invece li adora e li abbina puntualmente ai vestiti che indossa o al trucco che porta, ma c'è anche chi non si preoccupa dell'accostamento dei colori e sceglie il proprio smalto in base alle personali preferenze cromatiche.

Un'altra questione molto sentita in fatto di smalti è la combinazione tra il colore scelto per le unghie dei piedi e quello scelto per le unghie delle mani: c'è chi preferisce utilizzare lo stesso smalto in tutte e venti le unghie e chi invece preferisce variare.
Voi cosa ne pensate? Siete fedeli sempre e comunque agli abbinamenti e agli accostamenti giusti, oppure non potete soffrirli?

Sia come sia, gli smalti sono diventati veri e propri accessori: al pari di scarpe, borse, cinture e cerchietti, hanno velocemente raggiunto l'apice del successo e sono un must per chi ama la cosmesi e vuole essere alla moda.
Noi, ovviamente, adoriamo gli smalti e, in questi ultimi anni, sempre dai canali di YouTube che seguiamo, abbiamo appreso sia nomi di marche che non conoscevamo, sia tecniche per applicare la vernice sull'unghia nel modo più uniforme e ordinato possibile.

Per quanto riguarda l'applicazione, infatti, ci sono diverse scuole di pensiero: c'è chi dipinge tutta l'unghia, fino ai bordi, mentre c'è chi lascia i confini dell'unghia liberi, dando così l'effetto di un'unghia più lunga.

In materia di solventi, consigliamo di utilizzare, oltre che un buon levasmalto (sia per togliere lo smalto, sia per correggere le sbavature), anche una penna che sistema meglio le imperfezioni sulla pelle intorno all'unghia, una volta steso il prodotto.
Citiamo, fra tutti, la "Nail Corrector Pen" di Kiko, proposta al pubblico al prezzo di € 5,90: è composta dalla penna, appunto, che contiene il solvente, ed un pennino dal quale il solvente si spande (+ altre 3 punte, da utilizzare quando la punta precedente è già troppo colorata e non corregge più).
A proposito delle marche, ve ne sono delle più disparate e sarebbe impossibile elencarle tutte. Ci teniamo però a suggerirvene una su tutte (la migliore, a detta della maggior parte delle make up guru): l'O.P.I., che però non si trova in Italia, ma che potete acquistare dal sito italiano ufficiale, di cui vi forniamo il link.
Stesso formato (15 ml) ma colori diversi da quelli dell'O.P.I potete trovarli affidandovi alla marca Sinful Colors, che viene venduta nelle nostre Coin. Questa marca è stata provata in prima persona da YunaVy, che ha acquistato quattro colori, e ne è rimasta molto soddisfatta.
Di seguito, ecco la foto delle quattro boccette e una breve recensione direttamente da YunaVy (sotto a ogni foto ci sarà un link poichè le immagini degli smalti sono prese da Internet, dato che purtroppo abbiamo avuto un problema tecnico con le nostre foto).




INNOCENT (N. 944)



SCANDAL (N. 855)



MINT APPLE (N. 947)



PINK FOREVER (N. 713)

RECENSIONE DI YUNAVY:
"Una volta fatti gli swatches, ovvero dopo averli provati sull'unghia, ho concluso che hanno tutti un'ottima stendibilità e un'eccellente coprenza (senza eccezione per Mint Apple, che è l'unico dei quattro a contenere dei micro brillantini: questo fatto mi ha piacevolmente stupita, perchè solitamente non mi piacciono gli smalti con i brillantini, preferisco smalti davvero davvero coprenti, siano essi lucidi o opachi).
Ad una prima impressione, Scandal e Pink Forever mi sono apparsi più simili di quanto non sembri dalla boccetta (in generale, tutti i colori di questa marca sembrano più scuri dal di fuori di quanto non siano in realtà, poichè il vetro della boccetta è piuttosto spesso).
Sto indossando da due giorni Innocent (la colorazione ricorda lo smalto della collezione "Shrek Forever After" di O.P.I., n. NL B92, "Who the Shrek are you?") e mi sembra che per ora abbia una buona tenuta, ma vi farò sapere se quest'impressione sarà confermata anche in futuro!
In definitiva, sono rimasta soddisfatta da questi nuovi smalti e penso oltretutto che offrano un buonissimo rapporto qualità prezzo: sono proposti a € 5,90, contro i 18-20 euro degli smalti O.P.I.!"

N.B.: Vi consigliamo di applicare sempre una base (trasparente o neutra) sull'unghia prima di procedere con la stesura del pigmento. Abbiamo avuto modo di testare, inoltre, che gli smalti Sinful Colors tendono particolarmente a macchiare l'unghia; ecco spiegata la necessità di una base protettiva al di sotto del colore.  

Veniamo infine ai colori degli smalti...
E' inutile teorizzare a riguardo, in quanto pensiamo che i gusti personali, in questo caso, prevarichino ogni scuola di pensiero ed ogni filosofia.
Noi stesse abbiamo gusti molto diversi l'una dall'altra: Fanni è abbastanza classica (predilige i colori pastello, come i rosa e i lilla, e i colori tradizionali, come i rossi/bordeaux, ma ama anche molto l'elegantissimo "french", tecnica che mette in risalto la lunetta bianca dell'unghia, ed ha un effetto molto naturale e bon ton), mentre YunaVy è più innovativa, e sperimenta diverse tonalità di qualsiasi colore, spaziando da cromie classiche (più indicate soprattutto nelle occasioni particolari, come ricevimenti, matrimoni, colloqui di lavoro, esami all'università...) e arrivando anche ad osare con colori pazzi e molto accesi, sia abbinati all'abbigliamento e/o ad accessori, sia portati assieme a capi più neutri, per sfruttare l'effetto risalto.

Speriamo di aver descritto in maniera esaustiva la parte teorica sugli smalti... Nel prossimo post vi mostreremo invece le nostre rispettive "top five", ovvero i cinque smalti preferiti di Fanni, e i cinque smalti preferiti di YunaVy.
Speriamo intanto di esservi state in qualche modo utili!

Fanni e YunaVy

Commenti