Vener... di Random # 56

Un "succoso" post, oggi, perché ho tanta voglia di chiacchierare.
Sapete: il sole, la primavera, il cielo azzurro, i giacchini in ecopelle, le sciarpe più leggere eccetera (anche se oggi diluvia)... 
Sono entusiasta, se non si fosse capito!

Partiamo dal presupposto che negli ultimi tempi mi sono focalizzata così tanto sul mio percorso universitario da aver fatto anche a voi una "testa così" su quanto sia importante per me laurearmi, sul fatto che mi manchino "x" esami, sui miei progetti per il futuro... ma un po' di sana frivolezza, Fanni, ogni tanto no?!

E allora, per cominciare, ecco a voi il pacchettino che è arrivato qualche giorno fa a casa mia da parte de "L'Acchiappasogni", il brand di bigiotteria creato da Lisa che vi ho presentato in un post di marzo con tante foto e una splendida intervista che potete rileggere qui.









Adesso posso "svelarvi" il segreto: era da circa un anno che io e Lisa avevamo in mente questa collaborazione. Poi, a causa di varie traversie postali e telematiche, non siamo riuscite a concretizzarla prima... ma meglio tardi che mai, come si dice!

Lisa mi ha inviato un paio di orecchini (già "accalappiati" da mia sorella), una collanina con cammeo e un'altra catenella con appesa una boccetta di pozione "Felix felicis", la "fortuna liquida", che ho deciso di regalare alla mia amica Nike, patitissima di Harry Potter.

Ancora grazie a Lisa e a "L'Acchiappasogni" per questo splendido regalo: raccomando di andare a spulciare tra tutte le sue creazioni perché sono certa che ve ne innamorerete all'istante!


Rimanendo sempre su temi "leggeri", voglio condividere con voi una "notizia sensazionale"!
Dopo mesi e mesi e mesi e mesi e mesi (ecc.) di utilizzo, FINALMENTE HO FINITO LA CREMA IDRATANTE LENITIVA PURE & NATURAL DELLA LINEA NIVEA VISAGE!!!
Non ne potevo più, sembrava che il prodotto di notte si auto-rigenerasse! 

Brevissima recensione, tra l'altro.
Da un lato, la crema mi è piaciuta molto perché ha sempre mantenuto la mia pelle ben idratata e ha fatto sì che nemmeno col freddo-più-freddo si screpolasse o comunque si seccasse; dall'altro, però, non l'ho apprezzata per l'odore, che a riguardo di una crema a diretto contatto col viso secondo me è una caratteristica fondamentale.
(Non ho idea di come sia l'INCI: magari, se qualcuna di voi lo sa, me lo scriva qua sotto per favore.)


Ma veniamo ora alla "tragedia delle tragedie"! Mi sa proprio che quest'anno non andrò al Cosmoprof.
Ok, l'ho detto.

Il fatto è che tra nonsisaquantigiorni avrò un parziale a sorpresa nella materia che più mi sta facendo impazzire quest'anno: Economia politica.
E' l'ultimo esame del primo anno che mi manca e che avevo stupidamente lasciato indietro allora perché lo trovavo astrusissimo e meno importante di Diritto costituzionale o Diritto privato... così, alla fine, mi sono ritrovata a trascinarmelo dietro e a farmi venire il mal di pancia al solo pensiero. 
Quest'anno ho deciso di tentare, ma la preparazione sta risultando molto ardua: ho davvero preso in antipatia questa materia.

Insomma, per "colpa" dello studio, è probabile che non riuscirò ad andare in Fiera.
Sono disperata.


Questo è il trucco che ho realizzato ieri sera.
Visto il "tono cosmetico" che ha assunto, foto dopo foto, paragrafo dopo paragrafo, questo post, mi sembrava carino inserire un'immagine di quello che, come ho già detto, è lo stratagemma più facile e immediato per piacere ai maschietti: l'eyeliner liquido (click qui per rileggere il post a riguardo!).

Nuovamente, il mio fidanzato mi ha fatto i complimenti per "la linea che allunga l'occhio" (credetemi, mi sono scompisciata dalle risate), così come il suo migliore amico! 
Eh già, non sbagliavo quando ho scritto che una bella riga di eyeliner sapientemente tracciata è meglio di qualsiasi gonna corta o scollatura... o quasi, dai! :)


Vacanze... parliamo ora di vacanze estive.
Non nascondo che a me piacerebbe tornare a Minora, come due anni fa (qui i tre post: giorni 1 e 2, giorno 3, giorni 4-7). Sono stata molto bene, ho adorato il luogo e mi sono rilassata come forse non mi era mai capitato in vita mia.

Andrei volentieri anche in Grecia, magari a Creta o a Santorini.
O in un'altra delle isole delle Baleari - Formentera, per la precisione. 
O in Puglia, in Sicilia, in Sardegna.
Insomma, basta che ci sia bel mare e buon cibo: sento davvero il bisogno di ricaricare le batterie.

Voi avete già pensato a cosa farete quest'estate?


Come ultimo argomento, per completare il pout-pourrì di questo post, ho pensato di parlarvi un attimo della mia avventura da "scrittrice in erba", dato che vi appassiona molto.
Non ricordo se già ve l'avessi detto, ma alla fine di febbraio ho inviato il romanzo che ho scritto durante l'inverno per partecipare ad un concorso letterario a cui avevo già preso parte l'anno scorso, classificandomi al secondo posto.
Ho ideato una storia d'amore molto particolare, della quale vado veramente fiera.
Adesso c'è solo da aspettare i risultati... incrociate le dita per me.

Nel frattempo, studio permettendo, vorrei dedicarmi ad altri premi letterari che ho scovato in qua e in là: amo mettermi alla prova e inventare storie seguendo la tematica proposta dalle diverse organizzazioni... è un esercizio davvero stimolante, che consiglio a tutti coloro che vogliano provare a cimentarsi in questa magnifica forma d'arte.

Tra l'altro, mi farebbe molto piacere sapere se vi possa interessare un'apposita rubrica qui sul blog, dove magari parlare di scrittura, poesie, letteratura in genere...
Già pubblico le recensioni dei libri che leggo, ma mi piacerebbe avere un confronto con voi a riguardo di tematiche più propriamente "scribacchine".
Fatemi sapere...


A questo punto, vi auguro un buon weekend e aspetto i vostri commenti!

Fanni

Commenti

  1. Da appassionata alla lettura e scrittura, non posso che dire sì alla nuova rubrica! Buon week end :)

    RispondiElimina
  2. Era da tanto che non riuscivo a passare da te: è stato bello leggere un po' di tue novità e ritrovarti, deliziosa come sempre. Un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento