Vener... di Random # 54

link
Marzo è iniziato col botto.

Partendo dal presupposto che, dopo l'ultimo esame, non ho avuto proprio tempo per riprendermi perché sono ricominciate subito le lezioni, mi sono trovata sballottata in qua e in là per le vie del centro, cercando già di pensare a una possibile organizzazione per i prossimi mesi. Come dico sempre, conciliare tutto non è facile... ma ci si prova. ;)

Come sapete, sono una studentessa al quinto anno di Giurisprudenza.
Come la maggior parte dei miei colleghi sono rimasta un po' indietro con gli esami, dunque per il momento la Laurea è ancora lontana: ecco allora che devo fare e dare il massimo per recuperare il tempo perduto, analizzando le migliori ipotesi per sfruttare al meglio il prossimo periodo.
In programma ho Economia politica (materia del primo anno), che ho odiato a tal punto da trascinarmela dietro fino ad ora... ma non posso più posticipare l'esame, è giunto il momento di affrontare questo scoglio.
In seconda battuta, penso di preparare, o meglio di ri-preparare, Diritto civile (esame del terzo anno), che avevo tentato di dare alla fine di febbraio ma che, per mancanza di tempo, ho dovuto mettere in stand by, dando la precedenza all'altra "bestia nera" che è stata Informatica giuridica.
Da ultimo, non so ancora se buttarmi su Criminologia (del quinto anno, scelto da me) oppure se focalizzarmi su Diritto dell'Unione Europea (indietro dal quarto anno). Insomma, se non si fosse capito sono ancora molto confusa.

Nel frattempo, però, mi sono goduta dopo mesi di reclusione la mia adorata Bologna col suo splendido centro, e i negozi, le vetrine, il sole, i primi gelati "da passeggio".
Nonostante il tempo sia ancora incerto e altalenante, non sono mancate le prime giornate di sole e, con esse, lunghi giri, tanti passi all'aperto e, in generale, il buonumore dovuto alla luce, alla temperatura più mite e alla ripresa di un minimo di relazioni sociali, interrotte drasticamente durante la sessione d'esami invernale (le studentesse come me potranno capire).







Come qualcuna di voi saprà se mi segue su Facebook, ho deciso finalmente di farmi un "signor" auto-regalo, per premiarmi dopo le fatiche degli ultimi mesi.
Da tempo desideravo il bracciale di Pandora (marchio del quale avevo parlato approfonditamente in questo post), e così, una volta deciso il primo ciondolo da acquistare, sono andata in gioielleria e ho commesso il "fattaccio".
Sono molto contenta perché ho scelto, anzi, sono stata scelta dal charm "Libro delle fiabe", che è perfetto per me - sapete bene che la mia passione e il mio sogno più grande è quello della scrittura - e che spero mi porti un pizzico di fortuna per i progetti che ho in cantiere in merito.
(Se vorrete, più in avanti condividerò con voi la "lista dei desideri" riguardante gli altri ciondolini che, piano piano, andranno a comporre il mio Pandora.)


link

Parlando ora della mia avventura scribacchina, sempre su Facebook vi ho tenute aggiornate a proposito della stesura di un romanzo che ho ideato per un concorso nazionale a me molto caro - al quale ho partecipato già lo scorso anno classificandomi al secondo posto.

Mi piacerebbe rendervi partecipi in maniera più preponderante dei miei progetti, nonostante io non abbia intenzione di scendere nei dettagli né di svelare la mia identità (conoscete bene il mio riserbo, quando si tratta di esporsi su Internet). 
Credo che qualsiasi percorso artistico sia colmo di fascino, interesse e spunti, e magari qualche mia considerazione, unita ad aneddoti, storie e dettagli potranno avvicinarvi ancora di più a me e, perché no, mi daranno modo di presentarmi al web nonostante il nickname "Fanni" che cela la vera scrittrice che è in me, sempre firmata a mio nome.

Per darvi giusto un assaggio di questo ambito (per il quale cercherò di studiare uno spazio adeguato e specifico qui sul blog), posso dirvi che l'ultimo romanzo che ho scritto parla d'amore, del tempo e di un pizzico di magia. Il tema del concorso, infatti, non era libero, ma doveva seguire alcune linee guida dettate dal regolamento, alle quale chiaramente ogni autore doveva attenersi scrupolosamente, per inserire nella sua creazioni alcuni dettagli e uno dei generi proposti per l'edizione di quest'anno.

E' stato molto complicato scrivere oltre 100 pagine (a computer, formato A4 si intende) in circa tre mesi, soprattutto perché nel frattempo ho sostenuto gli esami e mi sono occupata di affari/persone della mia vita reale, oltreché del blog. Quando però ho digitato il punto finale, mi sono sentita veramente orgogliosa ed entusiasta: nonostante le difficoltà iniziali e quelle subentrate "in itinere" (l'intreccio della storia è piuttosto complesso, dunque ho dovuto studiarlo e svilupparlo bene onde evitare di generare confusione nei lettori), sono riuscita a inventare una storia a mio avviso molto bella (anche se non vale, detto da me) e per la quale spero tanto (ma va?!) di vincere il concorso.


link

Infine, per il weekend che programmi avete? 
Io studierò, scriverò, leggerò e, in generale, mi riposerò! Oltretutto, si avvicina il compleanno del mio ragazzo e da parte mia spero di riuscire ad organizzare qualcosa di speciale: amo sorprendere, amo fare i regali ma soprattutto amo rendere felici le persone che amo (famiglia e amiche in primis).

Domani si definirà la possibilità oppure no di concretizzare quello a cui ho pensato. Per scaramanzia non anticipo nulla ora, ma se riuscirò a mettere in atto il mio progetto, vi racconterò tutto in un post specifico, perché credo potrebbe risultare utile e d'ispirazione per molte fra voi!



Per adesso, dunque, vi auguro buon riposo e tanti sorrisi...

Buon finesettimana e godetevi la canzone con la quale vi do appuntamento al prossimo lunedì: "Honey And The Moon" di Joseph Arthur, colonna sonora di un episodio di "O.C." che, come ho detto ne "*Il meglio di*: FEBBRAIO 2014", sto riguardando per la centesima volta (senza stancarmi mai).

Un bacio dalla vostra


Fanni

Commenti

  1. Il mio fidanzato è laureato in giurisprudenza a come te odiava economia politica, ricordo che fu uno dei suoi ultimi esami. So che lui non ebbe scelta e come esame portò Diritto dell'Unione Europea, che a detta sua non fu difficile, ma estremamente ingente come quantità.

    Passando a Pandora, io il bracciale l'ho avuto in regalo alla laurea triennale e finora giaceva inutilizzato con un unico ciondolo (il libro con la civetta, simbolo della laurea). Poi ho scoperto una sezione "favole" fra i ciondoli e si è aperto un mondo. Questo che hai tu non lo acquisterò perché ho già un ciondolo a forma di libro, ma è carinissimo :3

    Ti faciio un grande in bocca al lupo per il concorso! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo e un bacione, cara Foffy! <3

      Elimina
  2. Come ti dico sempre, abbiamo la stessa passione. Il mio ragazzo mi ha regalato Pandora per natale. I primi tre charms li ha scelti lui, il prossimo lo sto per acquistare e 'sono stata scelta' dal charm 'piuma'. Amo scrivere con tutta me stessa e la piuma, uno dei mezzi più antichi di scrittura, è perfettamente rappresentativo! Dopo l'ultimo esame correrò a prenderlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensa che il charm "Piuma" fa proprio parte della mia wishlist... *-*

      Elimina
  3. anche io adoro pandora e i suoi bracciali, questa settimana mi sono presa un anellino, per cambiare :) sto preparando unione ueopea ho l'esame la prossima settimana : è molto tecnico una bella palla al piede ma tutto si puo' :) un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento