Vener... di Random # 23

Settimana ricca di avvenimenti, settimana ponte fra due mesi che adoro, settimana portatrice di novità e riflessioni, sempre illuminate da un sorriso e la voglia di fare, senza stare con le mani in mano. 
Avete presente quel piacevole pizzicore che si avverte quando le cose stanno cambiando? 
Quel solletico sottopelle che ricorda continuamente di vivere... 
Ecco, io lo sto provando proprio in questo momento, e vi assicuro che è una sensazione totalmente appagante.

I cambiamenti che affrontiamo nel nostro "dentro" sono di sicuro importanti, anzi, fondamentali per la nostra crescita e rappresentano per certo il divenire a cui siamo continuamente sottoposti: ma sono diversità che avvertiamo solo noi, nel cantuccio del nostro cuore, senza che queste interferiscano troppo nel reale e, come manifesti sgargianti, vengano notate nel clamore della folla. 
Invece, i cambiamenti del "fuori" sono certamente più visibili e tangibili, ed espongono noi stessi alle critiche e ai giudizi: sono quelli che bene si prestano ad essere oggetto di sussurri, invidie od occhiatacce, e benché, di fondo, siano solo esteriorità che non intaccano il nostro essere, sicuramente divengono armi a doppio taglio che, da un lato, ci rendono felici e soddisfatti del nostro io, ma dall'altro ci fanno indossare un mirino e urlano al mondo "Forza, colpiscimi!".

Forse non è ancora tempo per parlare di successi: lungi da me dire "Ce l'ho fatta". 
Le cose che mi stanno accadendo intorno, però, recano una testimonianza concreta, un'impronta visibile del mio duro lavoro, un lavoro che dura da mesi ma che, a pensarci tutta, dura da tutta una vita. 
Vi starete forse chiedendo del perché di questo sproloquio: a cosa servono tanti paroloni e inturcinamenti vari quando, comodamente, si potrebbero presentare in modo chiaro e conciso le novità, le notizie, le situazioni. 
Ma il motivo è semplice, e sono certa che dentro voi stesse lo sapete e lo condividete con me: è bello avere un "per sé", uno scrigno pieno di gemme preziose che amiamo rimirare nel silenzio della nostra stanza, per bearci dei loro riflessi senza che il mondo ne sia per forza osservatore.

Le parole se le porta via il vento, lo so. 
E so anche che, di questo aulico Vener... di Random # 23, vi rimarrà ben poco, anche se, al contrario, forse vi resterà nel cuore, non lo so. 
Dipende da voi, se siete a caccia di sogni col vostro retino da farfalle, oppure se per un attimo avete abbandonato le strade dell'ignoto per rimettervi in carreggiata, perché vi hanno detto che "E' giusto così". 
Da parte mia, il consiglio è sempre quello di fare, di non subire influenze, di accettare i suggerimenti ma fare con la vostra testa, di tentare e sbagliare e cadere ma ritentare, di non pensare "Sarebbe bello se..." e non muovere un dito, di provarci per lo meno. 


E' così che, secondo me, si conquista il mondo. 
A piccoli passi, l'uno dopo l'altro.
Vi auguro un novembre di cioccolate calde, di scarpe avvolgenti, di novità sorprendenti e passeggiate nella foschia. 
Vi auguro un novembre di desideri realizzati, di maniche rimboccate e di lavoro producente. 
Vi auguro un novembre tra il filosofico e il cosmetico: un novembre pieno di voi, delle persone che vi stanno intorno e, perché no, di questo blog.


Fanni

Commenti

  1. Splendido post!
    Auguro anche a te un novembre pieno di soddisfazioni, qualunque siano ;)

    RispondiElimina
  2. Il mio sarà sicuramente un novembre pieno di "maniche rimboccate e lavoro producente", spero di riuscire a goderne anche i frutti dopo le feste di Natale con un po' di meritato riposo :)
    RObi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che sarà così. In bocca al lupo per tutto Robi, e grazie per essere sempre così presente sul mio blog!

      Elimina
  3. Grazie di questo meraviglioso e pieno novembre che auguri a tutti noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di esser passata di qui, Morghy! <3

      Elimina
  4. Anche se in ritardo, è sempre piacevole leggere queste tue riflessioni del venerdi ;)

    RispondiElimina

Posta un commento