D come Desideri


I Desideri sono come stelle che s'illuminano alla sera. Così, all'improvviso, senza avvisare. Dove un minuto prima c'era solo del buio.
I Desideri nascono nel profondo, in quell'intimo e caldo luogo che è il nostro cuore, illuminato semplicemente da una fiaccola di speranza e aspettative.
I Desideri sono viaggi verso terre lontane, sfide contro noi stessi e contro la nostra capacità di aspettare, pazientando e rimboccandoci le maniche per non deludere noi e chi ci sta intorno.




I Desideri ci sfrigolano dentro, quasi fossero bocconcini a rosolare nell'olio bollente. Cominciano sempre con "Vorrei con tutto il mio cuore..." e finiscono con "... tipregotipregotiprego, fa' che si realizzi".
Si accomodano sul nostro stomaco, imperiosi, e ci fanno sopra le capriole, rendendoci impazienti e agitati.



I Desideri vivono nel tempo di una stella cadente, di una preghiera notturna, di una monetina che sfrega sul Gratta e Vinci. Giocano a nascondino col buonsenso e l'autocontrollo di persone mature, quelli che suggeriscono di pazientare e attendere, senza farsi divorare dalla curiosità. Solleticano lo spirito col loro piacevole pizzicore, quell'elettricità potentissima che scorre nelle vene e accende in noi i sensi.



I Desideri si desiderano in silenzio, per paura che possano scappare dalla nostra bocca e dalla nostra vita. Dalle nostre possibilità. 



I Desideri si nascondono, inopportuni, aspettando dietro l'angolo il loro momento. E noi vaghiamo, come giocassimo a mosca cieca, indovinando a tentoni i loro profili, annusandone i profumi e beandoci delle loro lucine che ci pervadono di riflesso.



I Desideri, come i sogni, sono tesori preziosissimi, che ognuno di noi custodisce in un sacro scrigno tempestato di rubini. Vivono sulle nuvole, al di là del sole e della concretezza che le nostre mani richiedono, ma si inchinano tangibili ai nostri occhi ogniqualvolta il destino decida di regalarcene uno... o meglio, di donarcelo nella realtà.


Non svelatemi i vostri Desideri... ma esprimetene uno, ora. Chissà mai che queste parole possano portarvi fortuna. 
Se non altro, sono certa che vi avranno strappato un sorriso. E non è questo, il sorriso, il Desiderio più grande di tutti... per tutti?

Fanni

Immagini tratte dalle pagine Facebook "Nothing else matters.", "-With you.", "Case da sogno" e "Bolle Di Sapone".

Commenti

  1. Fatto!!!

    Adesso penso ai regali che vorrei e poi partecipo al giveaway :)

    RispondiElimina
  2. e chissà che portino fortuna davvero.. ;) che bel pensiero.. e queste foto sono stupende.. buona giornata cara! un bacione :)

    RispondiElimina
  3. Ho espresso anch'io il desiderio! Grazie per questo bel post e per la scelta di foto deliziose:)

    RispondiElimina
  4. bellissimo bellissimo post Fanni *_* quanti desideri vorremmo che si realizzassero!Pochi sono quelli che ce la fanno,gli altri restano lì,nello scrigno segreto di cui parli...si,mi hai strappato un sorriso,grazie :)

    RispondiElimina
  5. Ohhh... ma che bel post Fanni!!!
    Desiderio espresso silenziosamente... Se si avvera però torno e ti spiffero tutto! :D

    RispondiElimina
  6. Molto bello...ti auguro di realizzare i tuoi desideri!

    RispondiElimina
  7. Sì, le tue parole di sicuro riescono sempre a strapparmi un sorriso o a farmi riflettere ;)

    RispondiElimina
  8. Fatto! Sono parole splendide, ma penso che la frase più pregnante e geniale sia quella dei desideri che "sfrigolano dentro, quasi fossero bocconcini"! Ma quanto è vero! ^^
    Un bacione e tanti <3 come sempre... spero che abbia espresso un desiderio anche tu!

    RispondiElimina
  9. Lascio il mio desiderio qui, in mezzo ai vostri.
    Just believe...

    RispondiElimina

Posta un commento