FRENCH QUARTER FOR YOUR THOUGHTS by OPI

Tanto per rimanere in tema, visto che ieri ho pubblicato la preview di un meraviglioso arrivo postale, oggi tocca a questo post, sempre targato OPI.


Ero molto indecisa se mostrarvi o no queste foto. Il risultato non mi convinceva del tutto.
Poi ho pensato: "ma sì, viva la creatività. Anche quando non è poi così creativa". 
Ed eccoci qua.



Oggi voglio parlarvi di FRENCH QUARTER FOR YOUR THOUGHTS: lo avevate già visto assieme a tutta la splendida collezione "Touring America" in questo post, e nella mia selezione di smalti grigi in quest'altro articolo


Il grigio non è un colore che mi appassioni poi più di tanto, sulle unghie. Eppure è stato il colore moda di questo inverno, quindi ho dovuto adeguarmi.
Pensa che ti ripensa, ho trovato un modo - secondo me originale - di rendere meno "piatta" la tonalità, dando alle unghie un aspetto particolare grazie ad un abbinamento non scontato (grigio + glitter bianchi e verdi). 

E poi c'è la canzone di Jovanotti. Eh già, perché in realtà le foto che vedrete sono state ispirate da una frase in particolare de "Le Tasche Piene di Sassi". 
Resta sul tavolo un avanzo di magia...

Queste poche parole mi ricordano che non dobbiamo vivere le giornate come semplici giorni, che si succedono e ripetono uguali a se stessi. Un giorno non è solo un giorno, basta vederlo in modo diverso: un'opportunità unica e irripetibile di vivere la vita, un'occasione sempre diversa per fare qualcosa. 

Una passeggiata non è solo mettere un piede davanti all'altro, partendo da un luogo e arrivando ad un altro: è camminare nel mondo, lasciare le nostre impronte nelle strade e nei cuori della gente. E' vedere visi nuovi, scoprire nuovi posti.

Un viaggio non è solo un viaggio, per rilassarsi dopo un anno di duro lavoro. E' scoprire, esplorare, respirare la natura, vedere la magia. 

Un bacio non è solo un bacio, inteso come gesto affettuoso per dimostrare i nostri sentimenti. E' un tortuoso e affascinante percorso dentro al cuore, in quella terra inesplorata e misteriosa che è l'amore...

Dobbiamo imparare ad andare al di là delle cose che vediamo, delle persone che incontriamo, delle situazioni che ci si presentano dinnanzi. Dobbiamo riuscire a non fermarci alle apparenze. Solo così godremo giorno dopo giorno della Vita. Quella Vita che batte nel cuore del tramonto, nelle pulsazioni delle stelle, nelle onde del mare e sulle cime innevate delle montagne.
Quella Vita che sgorga dai nostri occhi assieme a lacrime salate, che dolcissima si spande in bocca quando mangiamo un cioccolatino o diciamo "ti amo" alla persona che amiamo. 

Vi sembrerà strano che io faccia tutti questi discorsi filosofici per parlare di uno smalto... ma, d'altronde, questo blog è fatto così... "Tra il filosofico e il cosmetico", no?!


Ed ecco che un profumatore per l'ambiente in camera mia si trasforma, prendendo le sembianze di una sfera magica da interrogare sul nostro futuro, e le asticelle di legno per propagare il profumo divengono bacchette magiche, pronte ad esaudire ogni nostro desiderio.

Resta sul tavolo un avanzo di magia...













I maxi glitter verdi che vedete applicati al di sopra del grigio sono i num. 29 della linea "color play" di debby, e, come ho detto prima, aiutano a movimentare il grigio, che di per sé è un colore davvero poco acceso.

Di seguito, le informazioni "tecniche" sul prodotto.

nome: FRENCH QUARTER FOR YOUR THOUGHTS
numero: NL T26
colore: grigio chiaro lucido ma privo di perlescenze
coprenza: soddisfacente con due passate
stendibilità: il prodotto è abbastanza liquido, ma non troppo: si stende molto facilmente
quantità: 15 mL

Cosa ne dite? Vi è piaciuto il post? 
Ma soprattutto... vi piace questo colore? Siete fan dei grigi oppure, come me, non ne andate pazze?


Fanni







Disclaimer: il prodotto mi è stato regalato da FabyLine, assieme a tutti gli altri smalti della “Touring America Collection”, in quanto prosegue la nostra collaborazione in seguito alla mia vincita di una Honorable Mention nel primo contest indetto dal marchio (cliccate su questo link per i dettagli: http://trailfilosoficoeilcosmetico.blogspot.com/2011/06/risultati-opi-blog-contest-sono-stata.html).
Non sono pagata per tale recensione né sono obbligata a scrivere una review positiva: ogni mio lavoro è frutto della mia esperienza, del mio gusto personale e della mia inventiva.

Commenti

  1. Molto bello il colore, e con il tuo tocco glitterato è sicuramente meno banale! :D

    RispondiElimina
  2. bello! soprattutto con i glitterini sopra ^^

    RispondiElimina
  3. anche io non stravedo per il grigio ma questo è molto carino!! Io ho l'altro... suzi takes the wheel che è più verde.. stavo quasi per metterlo l'altro giorno, ma poi ho preferito un marrone rossiccio XD

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Ma grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!

      Elimina
  5. Ti volevo chiedere una cosa.come hai fatto a fare la scritta tra il filosofico e il cosmetico? :) anche io ho un blog e mi piaceva fare una cosa così carina con il titolo del mio blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. ciao sono Yuna!! io ho usato la funzione collage del programma Picasa, anche se non so dirti se questa opzione sia rimasta anche nelle nuove versioni!! mi associo a Fanni nel consigliarti Picnik! ti consiglio di approfittarne perchè fino alla chiusura anche gli effetti che prima erano premium saranno gratuiti!! ^^

      Elimina
  6. L'ha fatta la ragazza che gestiva il blog assieme a me agli inizi, Yuna... Non so precisamente che programma abbia utilizzato, comunque io ti consiglierei Picnik, sito per modificare le foto che ha un sacco di belle scritte. È totalmente gratuito e lo puoi utilizzare online (peccato solo che chiuderà in aprile).
    Spero di esserti stata utile, nel caso avessi ancora bisogno non esitare a ricontattarmi!

    RispondiElimina
  7. Le foto a me piacciono, però forse avrei, personalmente, preferito il grigio senza i glitter :)

    RispondiElimina
  8. bel grigio e bello anche con i glitterini ^^

    RispondiElimina

Posta un commento