DO YOU THINK I'M TEX-Y? by OPI

Studentesse, giovani lavoratrici, donne in carriera: giorno dopo giorno, ognuna di noi affronta la vita con tenacia, coraggio, determinazione. 
C'è chi ci chiama ancora "sesso debole": ma lo vogliono capire questi uomini che, invece, siamo noi le vere eroine della quotidianità?!

Studiamo per diventare persone migliori, governiamo la casa e accudiamo la nostra famiglia, lavoriamo sodo e ci applichiamo per dare il massimo, perché sappiamo bene che chi si accontenta non gode poi così tanto. E alcuni hanno ancora il coraggio di chiamarci "femminucce"?!

Leggete questa riflessione (scritta in occasione del compleanno della mia grande grandissima amica Yuna), e poi guardate la mia piccola arma di riscatto nei confronti di chi non pensa che noi donne ce la possiamo fare...

Nelle ere preistoriche, i primi uomini, ancora imbruttiti e curvi per le sembianze scimmiesche, impararono a costruire utensili e arnesi per la caccia, che poi diventarono le loro armi di difesa nei primi scontri fra clan e tribù. Già dall’inizio dei tempi, l’uomo conobbe la guerra e il conflitto, ed utilizzò la violenza per combattere a sua volta la violenza.

In epoca romana, gli schiavi venivano sfruttati nelle grandi arene e nei circhi per i combattimenti tra gladiatori: uomini potenti sottomessi all’imperatore si sfidavano con spade, reti, fruste, e combattevano contro animali esotici, come le tigri, per dare spettacolo.

Nel Medioevo, i cavalieri conquistarono guerre e nobildonne in punta di spada. Con le loro scintillanti armature e con i possenti cavalli sfidarono intemperie e nemici, battendosi per l’onore e la gloria, per il proprio signore e la propria famiglia.

Man mano che il tempo passava, l’uomo cominciò a utilizzare anche la ragione come arma. L’Illuminismo aprì una grande speranza agli intellettuali del tempo, che videro, nella luce dell’intelligenza, del pensiero e della ricerca scientifica, strumenti di vita contro l’ignoranza e la guerra. Ma con la Rivoluzione Francese si tornò ai fucili e alle baionette, anche se il primo cambiamento si vide nella lotta della classe popolare, per ottenere diritti che fino a quel momento erano stati privilegio esclusivo dei ceti nobili.

Durante le Grandi Guerre, gli schieramenti opposti utilizzarono fucili, missili, bombe, carri armati. E milioni di soldati morirono nel nome della loro patria.

Oggi, fortunatamente, non combattiamo più con nessuna arma, almeno noi, nel nostro paese.
O, per lo meno, non combattiamo guerre come quelle che ho descritto qui sopra… ma quante  altre battaglie dobbiamo affrontare ogni giorno!
Io, qui, voglio parlare di quelle sfide che noi donne, noi ragazze, dobbiamo sostenere giorno dopo giorno. Ne abbiamo passate tante, a causa di persone che hanno giocato con noi e coi nostri sentimenti, a causa di adulti che hanno abusato del loro potere per sottometterci, a causa di situazioni troppo grandi per i nostri pochi anni di vita e di esperienze, a causa di emozioni così potenti e talvolta sprecate nei confronti di chi le provavamo.
Tutte queste battaglie noi le abbiamo combattute perché siamo ragazze speciali, profonde, guidate da qualcosa di grande, di più grande, così grande da non poter essere descritto a parole.

Abbiamo un contenuto, una storia, dei ricordi; proviamo emozioni ogni giorno, ci condizionano il tempo e la gente che ci circonda; soffriamo, amiamo, ridiamo, viviamo.
Tante ragazze esistono, e basta. Sono quelle ragazze superficiali che non sanno cosa sia l’amore, o l’amicizia, cosa sia il sudore e il sacrificio. Cosa sia il dolore.
Ma non noi.
Noi che sappiamo ancora apprezzare un piccolo gesto di una amica, un fiore, una lettera, un abbraccio, un giro in centro insieme, un caffè al bar, una chiacchierata al telefono.
Noi che studiamo e che cerchiamo anche di guadagnare qualcosa perché sappiamo che nulla ci è dovuto dai nostri genitori, se non l’amore.
Noi che seguiamo la nostra strada con mille dubbi e distrazioni, ma rimaniamo coerenti coi nostri ideali, a costo di rimaner sole e di scontrarci col mondo intero.

E dopo tutta questa riflessione profonda…
Noi che siamo belle dentro, ma esser belle dentro non preclude esserlo anche fuori. Perché noi lottiamo col cuore, ma possiamo anche lottare con l’ombretto, col fondotinta, con lo smalto, col rossetto.
Ecco la differenza fra noi e le altre ragazze: queste ultime utilizzano i trucchi come unica arma (esteriore), senza difendersi con nient’altro come la gentilezza, la disponibilità, l’amicizia.
Noi utilizziamo gli stessi strucchi, ma lo facciamo per sentirci bene con noi stesse, per piacerci e per piacere alle persone che ci vogliono bene, e comunque accanto alle ciprie e ai lucidalabbra mettiamo tanto cuore e tutta l’anima nelle cose che facciamo.

Noi viviamo la vita con un bagaglio di sentimenti non indifferente, e non ci servono spade, non ci servono fucili né pistole: ci serve solo il cuore, quel cuore che spesso ci porta a sbagliare, a dire una parola di troppo, a soffrire. Ma questo nostro stesso cuore ci porta anche a chiedere scusa, ci porta a migliorarci, a diventare e sentirci persone migliori.

Abbiamo tutto il mondo e tutta la vita davanti.
Abbiamo il sole, i sorrisi, la primavera, i fiori, il mare, i tramonti, le stelle, le sorprese, i profumi, i maglioni caldi e i costumi; abbiamo le vacanze e lo sport, le amiche e gli amici, la famiglia, il calore della casa, lo shopping, i progetti, le ambizioni, i sogni. Abbiamo la nostra autoironia.
Abbiamo i vestiti, abbiamo i trucchi.
Possiamo conquistare ciò che vogliamo.
E lo possiamo fare in punta di cuore. In punta di emozioni.
Anche in punta di smalto.

Perchè ho deciso di copiare e incollare qui sopra questa "lettera"?
Semplice, perchè era perfetta per presentarvi un altro degli smalti OPI della collezione "Texas", inviatami a seguito del contest conclusosi a metà giugno, e nel quale io ho vinto la menzione per la fotografia. 
Lo smalto in questione è DO YOU THINK I'M TEX-Y?, ed il suo colore, per me, rappresenta la vera e propria femminilità in boccetta.



DO YOU THINK I'M TEX-Y è di colore fucsia acceso: una tonalità forte, decisa, ma anche divertente, allegra, frizzante. 
Un po' come noi donne, che sappiamo essere tante cose: amiche, amanti, complici, mogli e madri affettuose, sorelle dispettose ma affezionate, fidanzate premurose e stuzzicanti.

Il finish di questo smalto è sempre glossy, delicato come solo noi donne sappiamo essere: forti nelle occasioni che richiedono la nostra determinazione, ma tenere e dolci quando qualcuno a noi caro ha bisogno di aiuto.
Sì, DO YOU THINK I'M TEX-Y? è decisamente il colore perfetto per una ragazza che sia orgogliosa del suo gene XX. In ogni momento.


Le foto che vedrete sono state scattate proprio in occasione della mia preparazione alla trasferta milanese di inizio luglio: credo siano molto appropriate, perchè testimoniano come una ragazza/donna, seria in un tailleur color cipria dal taglio classico ma giovane, può osare con una punta di colore sulle dita. 
DO YOU THINK I'M TEX-Y è stato lo smalto perfetto, per quella situazione. E sono certa che lo sarà anche per molte altre!











Scheda riassuntiva:


nome: DO YOU THINK I'M TEX-Y?

numero: NL T17

colore: fucsia acceso

stesura: molto agevole, dato che il prodotto, avendo un finish glossy, è molto liquido

coprenza: per me è soddisfacente con due passate, ma per ottenere un effetto più "carico" si devono dare tre mani di smalto

quantità: 15 mL

prezzo: 15 €


Sperando che le foto e che le mie parole vi siano d'ispirazione per non perdere mai fiducia in voi stesse, anche quando il mondo sembra voltarvi le spalle, vi mando un fortissimo abbraccio e aspetto i vostri pareri a riguardo di questo, per me splendido, DO YOU THINK I'M TEX-Y!

Fanni







Disclaimer: il prodotto mi è stato inviato gratuitamente da OPI, assieme a tutti gli altri smalti della “Texas Collection”, come premio per aver vinto un’Honorable Mention nel primo contest indetto dal marchio in questione (cliccate su questi link per i dettagli:http://trailfilosoficoeilcosmetico.blogspot.com/2011/04/opi-blog-contest-partecipo-anche-io.htmlhttp://trailfilosoficoeilcosmetico.blogspot.com/2011/06/risultati-opi-blog-contest-sono-stata.html e http://trailfilosoficoeilcosmetico.blogspot.com/2011/06/premiopi.html).
Non sono pagata per tale recensione, né sono obbligata a scrivere una review positiva: ogni mio lavoro è frutto della mia esperienza, del mio gusto personale e della mia inventiva.

Commenti

  1. ahahahahaha bellissima la baglietta "my blog is the best blog in the world" ahahahah dove l'hai presa? è fantastica

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post, mi sono quasi commossa *___*
    Sono temi che mi toccano molto e come sempre tu li esponi in maniera leggera ma emozionante.

    Losmalto é fantastico, mi piace tantissimo l'abbinamento col tailleur serioso e neutro ^__^

    RispondiElimina
  3. ma la maglietta è fantastica xD ora che ci penso ho uno smalto simile di versace, più coprente, alla prossima manicure lo metto :)

    RispondiElimina
  4. @ Marzia

    Da Motivi!!! :D

    @ Nynpha

    Ma grazie, sono felicissima che le mie parole ti siano piaciute! :*
    E sono contenta anche che l'abbinamento tailleur + smalto fucsia sia di tuo gradimento, anche a me aveva soddisfatto molto!!! ;)

    @ CottonTail

    Eheh, diciamo che questa è una tonalità molto versatile e molto carina per noi femminucce! XD

    RispondiElimina
  5. AhAhAh!! il vantaggio di avere un'amica creativa è che ti aiuta ad evadere in ogni momento dal grigiore della quotidianità!! credo che anche le lettrici/amiche virtuali di questo blog possano trovarsi d'accordo!! tailleur, maglia e smalto tutti fantastici! <3 un bacio!

    RispondiElimina
  6. Moooolto bello!!! e bellissime foto!!! :)

    RispondiElimina
  7. @ Yuna

    Ihih, bè in qualche modo devo ripagarti per il supporto che mi dai praticamente ogni giorno! :D
    Ti voglio bene amiga, e sono felice che il post di sia piaciuto... D'altronde, penso che tu conosca bene quelle parole... XD

    @ Tish

    Grazie cara!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. La maglietta è fantastica, chissà se si trova ancora...
    Lo smalto è molto bello e l'outfit anche. Brava!

    RispondiElimina
  9. Grazie cara! Non so se la maglietta si trova ancora, ma lo smalto sì! Te lo straconsiglio, è proprio bello!

    RispondiElimina
  10. lo indosso adesso, adoro questo smalto ^^

    RispondiElimina
  11. la tua maglietta è stupenda :) una mia amica me he regalata una simile ma non ho mai il coraggio di indossarla :D baci

    RispondiElimina
  12. E perchè non hai il coraggio di indossarla? Sono certa che sarà carinissima!

    RispondiElimina
  13. E' il mio smalto preferito senza ombra di dubbio..ogni volta che lo metto me ne innamoro sempre di più..e ho scoperto..in occasione del contest..che applicandolo senza base ha un effetto ancora più bello..(non so perchè..ma è così) e non macchia assolutamente le unghie...con tre passate il colore è perfetto e dura non meno di una settimana...LO AMOOOO...!!!Eccezionale come sempre Fanni...adoro le tue recensioni...!!!Un bacio forte forte....(devo trovare quella maglietta..eheh)!!!

    RispondiElimina
  14. Cara Manu, sono perfettamente d'accordo con te: DO YOU THINK I'M TEX-Y? è il fucsia per eccellenza!!! E' bellissimo!!!
    Ti abbraccio e ti ringrazio di cuore per il complimento, non sai il piacere che mi fai!!!

    RispondiElimina
  15. aaaaaa mi hai fatto commuovere Fanni!!!!! *_*

    RispondiElimina

Posta un commento